Foto 2013-2014 Nuova Ronchese B - CSI Brianza Eccellenza


CSI Brianza 2013-2014: NRB vs. Orobia Seacet

Ecco la videocronaca di: NRB vs. Orobia Seacet - CSI Brianza 2013-2014

1 tempo:


2° tempo:

Ultima di andata che ci vede ospiti del Casatesport, ultimo in classifica con soli due punti, frutto di un pareggio con vittoria ai rigori. Noi siamo in piena emergenza: assenti per squalifiche Ale, lavoro (Nando e Cholo) ed infortuni (Nico). In panca c'è solo il redivivo Brix, ma una maglia per cautela è stata data anche a Riki, dirigente di lunga fama ma lontano dai campi da quando ci allenava Rino, se non erro era il lontano 1988. Anzi no, aveva giocato anche intorno al 1997 nella squadra a 11 CSI del Tirel. Della durante il riscaldamento dichiara "Brivio scaldati anche tu che potrei non farcela per il mio dolore alla gamba". Mister cole schiera il 3-2-1 obbligato: Fuma, Cole, Denny, Della, Luci, Ivan e Teo. Dopo 3 secondi il Casatesport passa in vantaggio. Il terzino sale indisturbato e nessuno tampona, il 7 taglia bene dietro luci e riceve a tu per tu con Fuma, che ingannato dallo stop cade e il 7 segna a porta vuota. Passano 5 minuti e c'è la prima tegola enorme per la NRB. Si fa male Luci, dentro Brix in mezzo. Alla prima occasione buona Brix colpisce: gli arriva una palla al limite dell'area e davanti ad una selva di persone la piazza di giustezza sul secondo palo. Il tiro è debole ma ben indirizzato, e dato che il portiere non la vede partire, si insacca. 1-1. Entrambe le suqadre hanno un paio di occasioni fino al momento in cui, al quindicesimo minuto, Della alza bandiera bianca per infortunio alla gamba. Dentro Riki. Sfioriamo il vantaggio con una bomba di ivan ben parata dal portiere e da una scivolata di billa sul ghiaccio che non gli consente l'impatto col pallone ad un metro dalla riga. Da una bella azione del 10 e del 7 in fascia, la palla giunge al 12 che ha guadagnato 1 metro sul cole, la diagonale di Riki non perviene e il 12 insacca il 2-1. Poco dopo altra tegolona per la ronchese: si fa male Billa: stiramento. Praticamente giocheremo 1 in meno per 40 minuti. Finisce il primo tempo sul 2-1. La ripresa inizia subito con uno schema su punizione dei locali che sono abili a battere subito e a liberare il terzino che tira una bomba sulla panza di Brix, e la deviazione porta la palla all'incrocio: 3-1. Il gol non ci taglia del tutto le gambe, da un nostro schema su punizione Brix da pochi passi tira a botta sicura, il portiere compie una buona parata deviando sulla traversa, ma appare più un gol mangiato. Poco dopo il cole non aggancia per un pelo un cross di brix. Ivan ci prova dalla distanza un paio di volta ma i suoi tiri finiscono a lato. Il 4-1 ci taglia le gambe, dato che degli stoici Luci e Teo si danno il cambio, stando in campo zoppicanti. I locali dilagano con un altro gol a fil di palo. Punizione dal limite per noi se ne incarica cole. In barriera riki riscalda l'animo dei tifosi, infreddolito dal gelo invernale, con una danza in stile Dudek in Milano-Liverpool, ma finisce per toccare l'avversario in barriera e l'arbitro lo redarguisce: "cosa sta facendo lei??? Non può toccare gli avversari"...ma Riki con un "non lo sto toccando" prosegue la sua danza. Botta del cole e palo. La fortuna non è proprio dalla nostra parte stasera. Nel finale il Casatesport arrotonda il 6-1, rispondiamo noi su rigore con Ivan per il 6-2 finale.

Ecco il video-racconto della partita col KickOff. Le riprese sono fin al 3-2 per i locali, poi son dovuto andare via, e la partita è terminata 4-4 e la NRB ha avuto la meglio ai rigori. Al minuto 4:18 del primo tempo c'è il gol più bello del campionato realizzato da Billa in rovesciata:

Primo tempo:
 

Secondo tempo:

Rispondiamo al risultato tennistico di Sartirana con la stessa moneta: concentrati e attenti rendiamo molto di più. Usciamo da Airuno con un'importante vittoria per 6-2.

Come definita da Billa "la peggior prestazione di tutti da quando abbiamo fondato la squadra".
Il risultato tennistico di 6-1 ci costringe a rimboccarci le maniche per il proseguo della stagione.

Partita dal ritmo basso che non riusciamo ad interpretare in maniera corretta: il San Michele ci blocca sul pareggio, e ha la meglio ai rigori.